Carissime Salesiane Cooperatrici, Salesiani Cooperatori, Delegate e Delegati,

lo scorso Ottobre 2018 abbiamo vissuto una bellissima esperienza di vita associativa.

Si è celebrato a Roma – Sacrofano il V Congresso Mondiale dell’Associazione dei Salesiani Cooperatori sul tema “SALESIANI COOPERATORI CHIAMATI AD ESSERE CORRESPOSABILI PER RISPONDERE ALLE NUOVE SFIDE”.

Ma questo Congresso ha anche un risvolto storico per l’Associazione, perché rappresenta la terza tappa di un cammino iniziato con l’approvazione ad experimentum del Progetto di Vita Apostolica, da parte dei partecipanti al III Congresso Mondiale, segnando di fatto l’inizio di un processo di rinnovamento di tutta l’Associazione, a cominciare dal modo di chiamarci “Salesiani Cooperatori” e non più Cooperatori Salesiani.

In seguito l’adozione definitiva del Progetto di Vita Apostolica, con l’approvazione nel 2012 durante i lavori del IV Congresso Mondiale, ha sancito il definitivo cambio di passo dell’Associazione in termini di una sempre maggiore consapevolezza della nostra vocazione laicale nella Famiglia Salesiana che si esprime nella Chiesa con i tratti caratteristici del carisma salesiano.
Questi ultimi anni sono stati anni di forte impegno da parte di tutti i Salesiani Cooperatori per far conoscere, interiorizzare, pregare, attualizzare, vivere il Progetto di Vita Apostolica nelle proprie realtà locali ed a tutti i livelli.

E quindi partendo dal V Congresso consapevoli della nostra vocazione laica, ripensando all’idea del nostro caro Don Bosco che ci ha pensati (… sognati …) come “Salesiani Esterni”, siamo pronti a raccogliere le sfide che il contesto storico in cui viviamo ci pone dinanzi: camminare insieme ai giovani verso una nuova società più cristiana e umana che tante volte viene segnata per la mancanza del senso della vita, della dignità umana, le crisi familiari, le situazioni socioeconomiche e le nuove tecnologie.

I tempi sono favorevoli perché anche noi come Associazione dei Salesiani Cooperatori possiamo dare il nostro contributo nella Chiesa.

Abbiamo un sogno da coltivare: “Essere testimoni credibili e gioiosi della nostra vocazione, realizzando progetti di vita, di fede di speranza e di cura dell’ambiente con e per i giovani per rispondere alle loro attese”.

Gli Atti del V Congresso Mondiale con le Linee di Impegno per il sessennio 2018-2021 rappresentano il trampolino di lancio per spiccare il salto nelle realtà dove il Signore ci chiama ad “essere Don Bosco oggi”, fondando la nostra azione su valori essenziali che rappresentano il nostro DNA: rafforzare la fedeltà alla promessa Apostolica, aumentare il senso di appartenenza alla Chiesa, all’Associazione e alla Famiglia Salesiana, curare lo spirito di famiglia e la responsabilità condivisa.

Siamo una Chiesa in uscita.

Affidiamo questo nostro slancio pastorale, questo nostro desiderio di annuncio a Maria Ausiliatrice che, come per Don Bosco, non farà mancare il suo sostegno.

Buon cammino.

Antonio Boccia
Coordinatore Mondiale
Associazione dei Salesiani Cooperatori