lunkenbeinbororo.jpg

RUDOLF LUNKENBEIN E SIMÃO BORORO

SERVI DI DIO

[fusion_person name=”” title=”” picture=”https://www.exallievipuglia.it/wp-content/uploads/2019/12/lukenbein.jpg” picture_id=”21099|full” pic_link=”” linktarget=”_self” pic_style=”none” pic_style_blur=”” pic_style_color=”” pic_bordersize=”” pic_bordercolor=”” pic_borderradius=”” hover_type=”none” background_color=”” content_alignment=”center” icon_position=”” social_icon_boxed=”” social_icon_boxed_radius=”” social_icon_color_type=”” social_icon_colors=”” social_icon_boxed_colors=”” social_icon_tooltip=”” blogger=”” deviantart=”” digg=”” dribbble=”” dropbox=”” facebook=”” flickr=”” forrst=”” instagram=”” linkedin=”” myspace=”” paypal=”” pinterest=”” reddit=”” rss=”” skype=”” soundcloud=”” spotify=”” tumblr=”” twitter=”” vimeo=”” vk=”” whatsapp=”” xing=”” yahoo=”” yelp=”” youtube=”” email=”” show_custom=”no” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]Rudolf Lunkenbein[/fusion_person]

[fusion_person name=”” title=”” picture=”https://www.exallievipuglia.it/wp-content/uploads/2019/12/bororo.jpg” picture_id=”21100|full” pic_link=”” linktarget=”_self” pic_style=”none” pic_style_blur=”” pic_style_color=”” pic_bordersize=”” pic_bordercolor=”” pic_borderradius=”” hover_type=”none” background_color=”” content_alignment=”center” icon_position=”” social_icon_boxed=”” social_icon_boxed_radius=”” social_icon_color_type=”” social_icon_colors=”” social_icon_boxed_colors=”” social_icon_tooltip=”” blogger=”” deviantart=”” digg=”” dribbble=”” dropbox=”” facebook=”” flickr=”” forrst=”” instagram=”” linkedin=”” myspace=”” paypal=”” pinterest=”” reddit=”” rss=”” skype=”” soundcloud=”” spotify=”” tumblr=”” twitter=”” vimeo=”” vk=”” whatsapp=”” xing=”” yahoo=”” yelp=”” youtube=”” email=”” show_custom=”no” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]Simão Bororo[/fusion_person]

Rudolf Lunkenbein
Nacque il 1° aprile 1939 a Döringstadt in Germania. Fin da adolescente la lettura delle pubblicazioni salesiane destò in lui il desiderio di essere missionario. Fu mandato in Brasile come missionario e fece il tirocinio pratico nella missione di Meruri, dove rimase fino al 1965. Venne ordinato sacerdote il 29 giugno 1969 in Germania, scegliendo come motto: “sono venuto per servire e dare la vita”. Quindi ritornò a Meruri, accolto con grande affetto dai Bororo, che gli diedero il nome di Koge Ekureu (Pesce dorato).

Partecipò nel 1972 alla fondazione del Consiglio Missionario Indigeno (CIMI) e lottò per la difesa delle riserve indigene. Il 15 luglio 1976 venne ucciso nel cortile della missione salesiana. Nell’ultima lettera aveva scritto: «Mamma, non c’è nulla di più bello che morire per Dio».

Il 15 novembre 2016 è stato ufficialmente presentato il Supplex libellus con il quale si chiede al vescovo diocesano di Barra do Garças (Mato Grosso – Brasile) di aprire l’Inchiesta diocesana relativa al martirio di don Rudolf Lunkenbein e di Simão Cristino Koge Kudugodu, laico ucciso con lui. Il 7 settembre 2017 la Congregazione delle Cause dei Santi ha comunicato il nulla osta da parte della Santa Sede.

Simão Cristino Koge Kudugodu Bororo
Meruri, Brasile, 27 ottobre 1937 – 16 luglio 1976
Simão Bororo, amico di don Lunkenbein, nacque a Meruri il 27 ottobre 1937 e fu battezzato il 7 novembre dello stesso anno. Era membro del gruppo di Bororo che accompagnarono i missionari don Pedro Sbardellotto e il Salesiano coadiutore Jorge Wörz nella prima residenza missionaria tra gli Xavantes, nella missione di Santa Teresina, negli anni 1957-58.

Tra il 1962 e il 1964 partecipò alla costruzione delle prime case di mattoni per le famiglie Bororo di Meruri, diventando un muratore esperto e dedicando il resto della sua vita a questo mestiere.

Fu mortalmente ferito nel tentativo di difendere la vita di don Lunkenbein il 15 luglio 1976. Prima di morire perdonò ai suoi uccisori.

Il 15 novembre 2016 è stato ufficialmente presentato il Supplex libellus con il quale si chiede al vescovo diocesano di Barra do Garças (Mato Grosso – Brasile) di aprire l’Inchiesta diocesana relativa al martirio di don Rudolf Lunkenbein e di Simão Cristino Koge Kudugodu. Il 7 settembre 2017 la Congregazione delle Cause dei Santi ha comunicato il nulla osta da parte della Santa Sede.

Condividi questa storia, scegli tu dove!