Exallievi ed Exallieve di Don Bosco - Puglia

Mamma Margherita e Don Bosco

/, Senza categoria/Mamma Margherita e Don Bosco

Mamma Margherita e Don Bosco

(Cliccare sull’icona per portarsi alla pagina di Margherita Occhiena e poi, dal menu di navigazione, accedere agli approfondimenti.)

Si dice di Don Bosco: il Signore gli ha donato sapienza e prudenza e un cuore grande come la sabbia che è sulla spiaggia dei mari. Questo cuore grande è esistito perché ha saputo battere sempre in sintonia con il cuore di sua madre. È mamma Margherita che lo ha educato a una vera vita cristiana.

Essa non era soltanto una madre che ama i suoi figli, era una mamma cristiana colma di fede, una contadina che viveva la sua fede nella più assoluta semplicità, meditando il catechismo parrocchiale e ascoltando con attenzione le prediche della domenica per continuare a meditarle durante la settimana, e tradurle nella vita di ogni giorno. E Dio, che si rivela ai semplici, le donò sapienza e prudenza per educare cristianamente i suoi figli, e in particolare il futuro San Giovanni Bosco.

Oggi è fuori dubbio l’importante ruolo che ebbe Mamma Margherita nella formazione umana e cristiana di Don Bosco, come pure nella creazione dell’ambiente educativo di Valdocco. La sua presenza materna ha certamente molto contribuito a rendere «familiare» il clima di Valdocco. Grazie a lei, la robusta paternità di Don Bosco si è armonizzata con la comprensione, la dolcezza, l’attenzione e l’affetto che nascono dal cuore di una madre. È questo il fascino del sistema educativo salesiano.

Don Egidio Viganò lo ha espresso con queste parole: «L’eroico trasloco a Valdocco di Mamma Margherita servì ad impregnare l’ambiente di quei poveri giovani dello stesso stile familiare da cui è sbocciata la sostanza del Sistema Preventivo e tante modalità tradizionali ad esso legate. Don Bosco aveva sperimentato che la formazione della sua personalità era vitalmente radicata nello straordinario clima di dedizione e di bontà della sua famiglia ai Becchi e ha voluto riprodurne le qualità più significative all’Oratorio di Valdocco tra quei giovani poveri e abbandonati».

La mano di Margherita, che pure è straziata dal dolore e dall’apprensione per il futuro, è dolce e ferma: non lascerà mai i suoi figli. Disponendoci a celebrare i 150 anni della sua morte, avvenuta a Torino il 25 novembre 1856, la sua attraente figura può diventare uno stimolo per rafforzare la nostra scelta per la pedagogia della bontà, quella che apre le porte del cuore, e anche un modello per le mamme e le famiglie d’oggi.

By |2018-12-08T08:33:04+00:00Novembre 26th, 2018|Categories: Famiglia Salesiana, Senza categoria|Tags: |Commenti disabilitati su Mamma Margherita e Don Bosco

Exallievi ed Exallieve di Don Bosco
FEDERAZIONE ISPETTORIALE PUGLIESE

Contatti >   –   Credits >

Breaking News