Madre Yvonne Reungoat, Superiora Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice, Salesiane di Don Bosco, tra le più importanti congregazioni femminili nel mondo, ha ricevuto l’onorificenza della Legione d’Onore dalla Repubblica di Francia.

Suor Yvonne era già Cavaliere della Legione d’Onore e il 1° gennaio 2021 è stata promossa Ufficiale con la seguente motivazione: «Da più di un anno ormai, l’intera popolazione francese, e quella dei tanti Paesi nel mondo, si è trovata ad affrontare la grave crisi sanitaria di Covid-19, con grandi conseguenze a livello umanitario, educativo e sociale. Molti cittadini si sono impegnati professionalmente e volontariamente, nella lotta contro il virus, a tutti i livelli e in tutti i settori di attività».

L’onorificenza della Legione d’Onore è la più alta istituita dopo la Rivoluzione Francese. Attualmente premia, secondo gradi diversi, i meriti eminenti acquisiti nel servizio alla nazione. Si tratta di un ordine cavalleresco istituito il 19 maggio 1802 da Napoleone Bonaparte per rimpiazzare e integrare vecchi ordini reali preesistenti, e passò in seguito alla Repubblica.

Suor Yvonne è nata il 14 gennaio 1945 a Plouénan in Francia. Inizia la formazione alla vita religiosa salesiana a Parigi, dove è ammessa al Postulato nel 1963. Dopo il Noviziato a Lieusaint (Francia) e a Casanova di Carmagnola (Torino), emette la Professione Religiosa come Figlia di Maria Ausiliatrice il 5 agosto 1965.

Laureata in Lettere-Storia-Geografia all’Università di Lyon in Francia, insegna fino al 1980, successivamente è Animatrice di Comunità a Lyon, Paris, (1977-1983), Vicaria Ispettoriale (1978–1983) e Ispettrice a Paris (1983-1989). Accompagna in quel periodo anche lo sviluppo della presenza delle FMA in Gabon a Port Gentil, casa aperta nel 1971, e arricchita in seguito da altre Comunità: Oyem e Libreville. Suor Yvonne fin da allora si sente interpellata dall’invio missionario di Gesù: “Andate in tutto il mondo ad annunciare il Vangelo”. La sua vocazione missionaria matura nel tempo e trova conferma nella richiesta esplicita di Madre Marinella Castagno, allora Madre Generale, di andare a Lomé in Togo, come Delegata delle Ispettrici di Spagna e di Francia per coordinare le prime comunità del Progetto Africa.

Nel 1991 è nominata Superiora della Visitatoria Africa Ovest Madre di Dio con sede a Lomé (Togo), che a quel tempo comprende cinque nazioni: Togo, Costa d’Avorio, Mali, Gabon, Guinea Equatoriale. Successivamente si apriranno le comunità del Benin e del Camerun. Il 5 agosto 1992 è nominata Ispettrice della Ispettoria Madre di Dio. Durante il suo servizio di animazione privilegia la relazione cordiale e formativa con le suore, l’accompagnamento delle giovani in formazione e l’apertura di comunità in cui accoglierle e prepararle alla missione, la formazione delle Animatrici e dei Consigli locali, la promozione creativa di opere per l’educazione dei bambini/e, dei giovani più poveri e delle donne, la collaborazione con i vari gruppi della Famiglia Salesiana. Nel 1996, è eletta Consigliera Visitatrice, nel 2002 Vicaria Generale.

Nel 2008 è eletta Madre Generale e nel 2014 viene rieletta per un secondo sessennio. È la 9ª Superiora Generale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Nel 2018 è eletta Presidente dell’Unione Superiore Maggiori d’Italia (USMI).