Il Signor Stefano Cantele di anni 90 e 74 di professione, è deceduto mercoledì sera 24 luglio 2019. Gli Exallievi e le Exallieve di Don Bosco della Puglia si uniscono al dolore che ha colpito la Comunità salesiana di Salerno e i familiari, e alle loro preghiere.

Le esequie saranno celebrate venerdì 26 luglio, alle ore 18.00 nella Basilica di San Domenico Savio a Lecce e la salma sarà tumulata presso la Cappella salesiana del cimitero di Corigliano d’Otranto.

Il Signor Stefano Cantele, Salesiano di Don Bosco, Coadiutore, ha ricoperto il ruolo di economo presso l’opera di Lecce già nei primi anni 70, quando alla Congregazione fu affidata prima la scuola professionale e successivamente la Parrocchia, oggi Basilica minore e casa mondiale di San Domenico Savio.

Il Signor Cantele ha contribuito in modo fondamentale alla nascita del settore sportivo del pattinaggio a rotelle, costruendo una pista parabolica sulla quale si sono svolte gare fino ai campionati mondiali.

Ha portato la PGS (Polisportiva Giovanile Salesiana) Don Bosco, settore pattinaggio, a essere più volte al vertice internazionale e mondiale. In altre Opere salesiane ha lavorato assiduamente realizzando tantissime cose importanti per i giovani ai quali ha dedicato la sua esistenza terrena.
Originario di Castelfranco Veneto, persona e personaggio Grande e perciò anche, per qualcuno, controverso!, negli anni precedenti alla sua partenza da Lecce ha contribuito alla realizzazione dell’attuale palazzetto dello sport.

La salma sarà tumulata nella Cappella salesiana del cimitero di Corigliano d’Otranto, paese ove insiste una delle prime case Salesiane, inaugurata da Don Michele Rua, primo successore di Don Bosco, nel 1901 e che fu sede di colonia agricola e scuola agraria.