PROGETTO

SOPHIA E LA MERAVIGLIA

100 Studenti Porta-Valori

Consegna a domicilio

La solitudine involontaria è certamente una delle piaghe sociali più diffuse in Italia.
Ma se a “curarla” fossero 100 studenti “armati di cultura”?

Sarebbe la più grande “rivoluzione di umanità”!

È quello che sta per verificarsi in un paese del Salento, Corigliano d’Otranto, dove l’associazione culturale “Salento che pensa”, vincitrice del bando Puglia capitale sociale della Regione Puglia, ha immaginato un sistema di welfare generativo utilizzando la filosofia.

Cento studenti, provenienti da tutte le scuole secondarie di Maglie, coordinati dalla presidente dell’associazione Ada Fiore, si recheranno ogni settimana nelle abitazioni delle persone sole e, dotati di un quaderno porta-valori, porteranno la loro Sophia.

Parleranno di Amore con Platone, amicizia con Aristotele, Tempo con sant’Agostino, Felicità con Epicuro, Tolleranza con Voltaire, Morte con Seneca, Giustizia con Socrate.

Per ogni argomento gli studenti hanno elaborato nove domande, che diventeranno l’oggetto di ogni incontro. E se Aristotele definisce l’amicizia “una virtù nobile al punto che nessuno sceglierebbe di vivere senza amici”, gli studenti, si appunteranno sul loro quaderno, il punto di vista di ogni persona che incontreranno: cosa intendi tu per amicizia?, quali son i momenti più belli che hai vissuto con un amico? Hai mai aiutato un amico in difficoltà? Di chi si diventa amici? Cosa conta di più nell’amicizia?

E così per ogni tema di discussione.

E se questo accadrà una volta alla settimana, il resto dei giorni gli studenti dovranno continuare a “prendersi cura ” della persona sola con una telefonata.

“Non è stato difficile convincere gli studenti a partecipare a questo progetto. Anzi! L’idea di una scuola che mette a disposizione il proprio sapere a fini sociali è stata proprio considerata una vera sfida. L’esperienza è infatti quella del Service Learning: una didattica innovativa con la quale ciò che si è appreso viene messo a disposizione di un disagio. E così, il loro sapere, la loro Sophia, entrerà nella casa dell’anziano solo, degli ospiti della casa protetta, di quelli della casa–famiglia incontrando una diversa Sophia, derivante dalla vita e dalla storia di ciascuno, la saggezza.

Ed è proprio dall’incontro tra sapienza e saggezza che nasce la Meraviglia, l’abitudine a chiedersi il perché delle cose. Un’abitudine che dovremmo riprendere un po’ tutti per guardare il mondo da una diversa prospettiva.”

Il progetto rientra nei Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO), valido dunque come alternanza scuola-lavoro. E sarà presentato alla cittadinanza giovedì 23 gennaio alle ore 16.00 presso i locali parrocchiali in Via Atene.

Ada Fiore
Presidente dell’Associazione Salento che pensa

Versione lite

La versione integrale è disponibile nel tab “Download”

Elenco File
FileAzione
Quaderno Porta ValoriScarica 
Quaderno Porta Valori LiteScarica 


Descrizione
Associazione “Salento che pensa”, vincitrice del bando Puglia capitale sociale della Regione Puglia, ha immaginato un sistema di welfare generativo utilizzando la filosofia.
Categoria,
Versione
Files Totali2
Dimensione1.83 MB
Inserimento23 Gennaio 2020
Aggiornamento24 Gennaio 2020
Miniature