IN OCCASIONE DEL NOVANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE

DI AZIONE CATTOLICA “PIERGIORGIO FRASSATI” DI CORIGLIANO D’OTRANTO

Nel 1928, nella piccola comunità agricola coriglianese, un gruppo di giovani, facenti parte del Comitato di San Nicola e impegnati solo nei festeggiamenti del Santo Patrono, sono desiderosi, avendo scoperto durante la leva, l’esistenza del Circolo Cattolico, di costituire un gruppo di ispirazione cristiana impegnato assiduamente nella vita religiosa. L’esuberanza di quei ragazzi è però inizialmente frenata dal parroco Mons. Donato Catalano che fredda gli entusiasmi; ma la tenacia di questi giovani ragazzi convince il Parroco a dare loro un’adeguata formazione religiosa per prepararli a dar vita alla grande Associazione Cattolica.

È il 1929, l’anno della nascita dell’Azione Cattolica a Corigliano; si elegge il Consiglio e segue il tesseramento di numerosi giovani impegnati nella Preghiera-Azione-Sacrificio. E la gioventù maschile Pier Giorgio Frassati.

Sull’onda di questo entusiasmo anche presso l’Oratorio delle Suore Figlie di Maria Ausiliatrice nasce la Gioventù Femminile, grazie ai responsabili diocesani: la signorina Angelina Benegiamo e il suo assistente, che illustrano alle giovani coriglianesi le finalità dell’Associazione e le mete da raggiugere. Iniziano le adunanze, gli esami di cultura religiosa, i congressi mariani: “angelicamente pure e apostolicamente operose” è un programma accettato da tutte: contadine, studentesse, operaie, casalinghe, professioniste. Ogni adunanza e ogni lavoro inizia e finisce con la preghiera per chiedere al Signore forza, coraggio e perseveranza.

Con il passare del tempo i giovani imboccano la loro strada formando una propria famiglia, ma coltivano sempre la loro vocazione religiosa e nel 1939 danno vita all’Unione Uomini e le giovani signorine ormai mamme fondano nel 1948 l’Unione Donne.

Da allora sono passati novant’anni, in cui si sono succeduti presidenti, consiglieri e soci: tutti hanno lasciato la loro impronta e il loro contributo, sempre con lo stesso spirito di servizio, di azione e sacrificio.

Un anniversario di tale importanza non poteva passare inosservato e così ci siamo messi al lavoro per commemorarlo, conferendo la giusta importanza. In primis ci siamo recati in parrocchia e abbiamo aperto l’armadietto che contiene il nostro archivio; avendo tra le mani e leggendo quei documenti molto datati abbiamo subito capito che ci trovavamo di fronte a una grande ricchezza. I ricordi poi di alcune nostre Socie, ma anche di altre persone del paese, ci hanno aiutato a ricostruire la nostra storia con aneddoti ed esperienze di vita vissuta. Guardando le foto abbiamo ricordato con piacere tante persone che oggi non sono più su questa terra, ma che hanno lasciato un’impronta indelebile all’interno dell’Associazione.

Un ricordo, apro una piccola parentesi personale, va anche ai miei genitori; a mio padre (aggiungi il nome), iscritto all’Azione Cattolica dal 1949 e a mia madre (aggiungi il nome) sempre presente ad ogni appuntamento settimanale. Anch’io mi sono avvicinata all’AC da adulta e piano piano affascinata da questa realtà ho creduto molto nell’Associazione, fatta di persone che appartengono ad un’unica famiglia in cui vige il rispetto e la fiducia reciproca.

Aderire all’Azione Cattolica diventa per ogni socio l’impegno ad avere uno stile di vita semplice e concreto, che si ispira continuamente al Vangelo e attinge dalla preghiera e dalla vita sacramentale forza, luce e gioia.

Di forza per andare avanti ne abbiamo tutti bisogno, soprattutto quando le vicende quotidiane sembrano voler indebolire le motivazioni profonde per una vita autenticamente cristiana. La luce interiore per ogni socio di Azione Cattolica è importante per saper illuminare la realtà del presente, imparando a leggervi con chiarezza la volontà di Dio. La gioia della fraternità è una delle caratteristiche che fa della proposta associativa un modo sempre nuovo e attuale per vivere la quotidianità.

I nostri incontri settimanali di formazione sono importanti, perché ci danno l’idea di un cammino condiviso in tutta Italia da persone che vivono in contesti diversi; gli incontri diocesani per noi sono importanti, perché ci aiutano a vivere e alimentare un’esperienza di Chiesa piena e significativa. Ogni Socio di AC sa che la qualità della sua Fede è la garanzia per vivere nei diversi contesti quotidiani portando con sé il profumo del Vangelo, la gioia di fatiche condivise e il calore di relazioni umane che scaldano il cuore.