José Calasanz e 31 Compagni – Exallievi ed Exallieve di Don Bosco
Exallievi ed Exallieve di Don Bosco - Puglia
Santità Salesiana

José Calasanz e 31 Compagni

//José Calasanz e 31 Compagni
José Calasanz e 31 Compagni2018-07-18T23:39:16+00:00

José CalasanzJOSÉ CALASANZ E 31 COMPAGNI

Beati
Cfr. Anche Beato Enrico Saiz e 62 Compagni
Beatificati l’11-3-2001

Era il 1936 e il 1939 la Spagna fu sconvolta da una drammatica e sanguinosa guerra civile: un conflitto che si caricò di accesi antagonismi ideologici. Ne fece le spese anche la Chiesa spagnola che subì, soprattutto ad opera delle forze anarchiche e miliziane, una violenta persecuzione. Furono massacrati migliaia di sacerdoti, religiosi, religiose e laici solo perché cristiani. Tra questi anche numerosi membri della famiglia salesiana:
39 Sacerdoti, 22 Chierici, 24 Coadiutori, 2 Figlie di Maria Ausiliatrice, 4 Salesiani Cooperatori, 3 Aspiranti Salesiani e 1 Collaboratore laico; 95 in tutto.
Furono iniziate tre cause distinte di martirio, che poi divennero due: per il gruppo di Valencia – 32 martiri – con a capo don Giuseppe Calasanz, e per i due gruppi di Siviglia e di Madrid – 63 martiri – con a capo don Enrico Saiz Aparicio. Il primo gruppo è stato beatificato l’11 marzo 2001 insieme agli altri martiri della diocesi di Valencia, per gli altri due gruppi è già pronto il decreto di martirio.

Don Giuseppe Calasanz Marqués (1872-1936) nacque ad Azanuy. Nel 1886 vide a Sarrià don Bosco ormai stanco e sofferente. Divenne salesiano nel 1890, sacerdote cinque anni dopo. Fu segretario di don Rinaldi e in seguito superiore dell’Ispettoria del Perù-Bolivia. Rientrato in Spagna diventò Ispettore della Terraconense (Barcellona – Valenza). Uomo di cuore e gran lavoratore, si preoccupò fin dall’inizio della salvezza dei suoi confratelli. Fu catturato assieme ad altri salesiani mentre presiedeva a Valencia gli Esercizi Spirituali. Venne ucciso in viaggio da un colpo di fucile alla testa.

Sacerdoti: José Batalla Parramón (1873-1936), José Bonet Nadal (1875-1936), Jaime Bonet Nadal (1884-1936), Antonio María Martín Hernández (1885-1936), Sergio Cid Pazo (1886-1936), Juan Martorell Soria (1889-1936), Julio Junyer Padern (1892-1938), Recaredo de los Ríos Fabregat (1893-1936), Francisco Bandrés Sánchez (1896-1936), Julián Rodríguez Sánchez (1896-1936), José Otín Aquilué (1901-1938), José Castell Camps (1901-1936), José Giménez López (1904-1936), Alvaro Sanjuán Canet (1908-1936), José Caselles Moncho (1907-1936).

Coadiutori: José Rabasa Bentanachs (1862-1936), Angel Ramos Velázquez (1876-1936), Gil Rodicio Rodicio (1888-1936), Jaime Buch Canals (1889-1936), Agustín García Calvo (1905-1936), Eliseo García García (1907-1936), Jaime Ortiz Alzueta (1913-1936).

Chierici: Miguel Domingo Cendra (1909-1936), Félix Vivet Trabal (1911-1936), Pedro Mesonero Rodríguez (1912-1936), Felipe Hernández Martínez (1913-1936), Zacarías Abadía Buesa (1913-1936), Javier Bordas Piferrer (1914-1936).

Collaboratore laico: Alexandro Planas Saurí (1878-1936).

Figlie di Maria Ausiliatrice: Maria Carmen Moreno Benítez (1885-1936, vicaria ispettoriale, fu direttrice e confidente della Beata Suor Eusebia Palomino che le profetizzò il martirio), Maria Amparo Carbonell Muñoz (1893-1936).

Il decreto di martirio è stato pubblicato il 20 dicembre 1999; beatificati l’11 marzo 2001 da Giovanni Paolo II.
Exallievi ed Exallieve di Don Bosco
FEDERAZIONE ISPETTORIALE PUGLIESE
Cliccami News