Exallievi ed Exallieve di Don Bosco - Puglia
Loading...

Carlo Della Torre

//Carlo Della Torre
Carlo Della Torre2018-10-25T17:25:12+00:00

CARLO DELLA TORRE

SERVO DI DIO
(1900-1982)
Nulla osta della S. Sede per l'inizio dell'Inchiesta diocesana il 14-7-2003

Nacque il 9 luglio 1900 a Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano, da Antonio e Filomena Magni. Era il quarto di sette fratelli. Nel 1917, durante la Prima Guerra Mondiale, il giovane Carlo venne chiamato alle armi, come tenente degli Arditi sul fronte albanese. Ritornato a casa, vide morire suo padre e si fece carico della famiglia, dedicandosi al lavoro dei campi e alla cura dei fratelli più piccoli, oltre a insegnare il catechismo in parrocchia. A 23 anni, grazie al confessore che gli regalò il Bollettino Salesiano, per assecondare la sua vocazione sacerdotale missionaria, entrò nell’istituto salesiano Cardinal Cagliero di Ivrea, dove in tre anni riuscì a finire tutti gli studi ginnasiali. Nel 1926 salutò per sempre la famiglia e partì per la Cina, perché don Carlo, missionario per ben 56 anni, non ritornerà mai più in patria. I superiori lo destinarono successivamente alla nuova missione salesiana di Thailandia, dove l’8 dicembre 1927 emise la prima professione religiosa a Bang Nok Khuek, casa madre della missione salesiana thailandese. La Provvidenza volle che venisse incaricato della direzione, anche spirituale, del personale della casa. A contatto con le giovani e le donne di servizio, ebbe a dire: “Venni ispirato dalla Madonna di raggrupparle e di fondare una congregazione di suore locali destinata al servizio e alla manutenzione delle chiese, delle scuole parrocchiali, della cucina e del guardaroba dei collegi; e inoltre incaricate dell’insegnamento del catechismo ai bambini, per prepararli a ricevere i sacramenti”.

Il 26 gennaio 1936 venne ordinato sacerdote e destinato a Tha Muang, dove resterà per 12 anni, prima viceparroco e poi parroco. Furono anni difficili passati tra povertà e persecuzioni a causa della guerra indocinese. Dopo la Seconda Guerra Mondiale don Della Torre assieme ai superiori prese la dolorosa decisione di lasciare la congregazione salesiana per potersi dedicare pienamente alla sua nascente opera, incardinandosi nella diocesi di Bangkok. Furono anni veramente difficili per lui e per le sue consacrate: si trovarono nelle condizioni più disperate, senza un soldo, senza tetto e senza lavoro. Si guadagnavano il pane ricamando e cucendo vestiti, che poi venivano venduti per pochi soldi. Con il permesso del vescovo, don Della Torre inviò a Roma il primo regolamento per l’approvazione delle sue suore come Istituto di consacrate. Nel 1955, dopo molte difficoltà, le prime sette suore emisero la loro professione nel nascente Istituto femminile di diritto diocesano: “Figlie della Regalità di Maria Immacolata”, attualmente diviso tra l’Istituto delle Figlie della Regalità di Maria e la Congregazione delle Suore della Regalità di Maria. Dopo vent’anni di lavoro intenso e senza risparmio, sentendosi mancare le forze, chiese e ottenne di rientrare nella Congregazione salesiana, dove emise i voti perpetui il 9 dicembre 1981. Morì a Bangkok il 4 aprile 1982.

I tratti spirituali più caratteristici di questo vero figlio di don Bosco furono innanzitutto l’umiltà, in particolare nei momenti più critici e difficili della vita, quando si mostrò sempre rispettoso e sottomesso. Il suo distacco dalle cose terrene, dal denaro, dalle comodità, il suo tenore di vita povera e austera erano proverbiali. E con la povertà amò il lavoro, sempre pronto a svolgere qualsiasi impegno e incarico: predicare, insegnare il catechismo, fare il muratore, il falegname o il meccanico. Al fine di offrire nutrimento alle figlie spirituali tradusse in lingua thai alcuni libri dell’Antico Testamento, redasse una vita di Gesù in 9 volumi e diffuse molti altri opuscoli religiosi e spirituali. La caratteristica più spiccata della sua vita fu senza dubbio la sua filiale devozione alla Madonna, vissuta attraverso un grande senso di fiducia e di abbandono a Lei e mediante la recita e la propagazione della preghiera del Rosario.

Exallievi ed Exallieve di Don Bosco
FEDERAZIONE ISPETTORIALE PUGLIESE

Contatti >   –   Credits >

Breaking News